sabato, aprile 03, 2010

Non c'è un "sia/sia", un "o/o"

Non c'è un "sia/sia", un "o/o"
di Sergej Gandlevskij

Non c'è un "sia/sia", un "o/o".
E quando indossa i pantaloni,
mette su il caffè, fuma una sigaretta al volo,
prende una pillola, controlla e ricontrolla
chiavi, portafogli, cucina elettrica
e apre la porta sulle scale -
vecchio balordo, già non ha nostalgia di niente,
cioè di questa stranezza.

“Или-или” — “и-и” не бывает, 2005

Traduzione: Manuela Vittorelli.




Sergej Gandlevskij, nato nel 1952, è stato un importante poeta d'avanguardia negli anni Settanta e Ottanta. Laureatosi in filologia all'Università Statale di Mosca, ha lavorato come insegnante, guida turistica, guardia notturna. Ha fatto parte del movimento poetico degli anni Settanta “Moscosvskoe Vremja” insieme ad Aleksej Cvetkov, Aleksandr Soprovskij e Bachyt Kenžeev. Ha cominciato a pubblicare le sue poesie negli anni Ottanta ed è uno dei poeti russi contemporanei più pubblicati. Ha ricevuto l'anti-Booker Prize nel 1996. È anche romanziere e saggista.

[Grazie a Sten per lo specchio.]

Nessun commento: