venerdì, ottobre 20, 2006

Falso Positivo per Intrinseca Incoerenza

Mi sono appena accorta che Blogger mi ha attivato la verifica delle parole. Cioè, prima di pubblicare o modificare un post devo digitare le parole strane e tutte storte tipo cvpcici o plinkvz o pljskvca.
Che brutta roba.
E perché, Blogger? Ci siamo forse litigati?

"I robot di prevenzione dello spam di Blogger hanno rilevato che il tuo blog mostra le caratteristiche di un blog di spam. Dal momento che tu stai leggendo, il tuo blog non è verosimilmente un blog di spam. Il rilevamento dello spam automatizzato è intrinsecamente incoerente. Ci scusiamo per questo falso positivo".

Sono un falso positivo.
Allora mi faccio coraggio e vado a leggere la sezione "Che cos'è un blog di spam?".
E lì, capisco:

"[I blog di spam] sono riconoscibili per la presenza di testo irrilevante, ripetitivo o senza senso".

Sono io.

"Prima di poter disattivare la verifica delle parole obbligatoria sui tuoi post, è necessario che il tuo blog venga revisionato da un nostro responsabile per verificare che non si tratti di un blog di spam. Compila il seguente modulo per ottenere una revisione".

Ho compilato (c'erano delle paroline storte da copiare anche lì), adesso aspettiamo che passi questo responsabile che ci guarderà strano, frugherà dappertutto come una suocera e non si farà andar bene niente (e cosa sono 'ste parolacce, e come mai nei commenti parlate tutti insieme, e perché il tostapane e il server di Blogger stanno collegati alla stessa presa elettrica, e mai nessuno che faccia la polvere, cosa ci fa il capo in cucina, sono queste le ore di mangiare, ci sono briciole di patatine dappertutto).
Per ora sto sul giro d'aria.
E se mi mandano in rieducazione? E se all'improvviso mi costringono a scrivere solo cose intelligenti? E se vengo espulsa da Blogger e mi tocca chiedere asilo a Splinder? Lì su Splinder però esiste già un mirumir, e io ho due ipotesi:
1. è un camionista degli Urali che ha rinunciato per sempre all'idea di un blog e ha messo su un salone di acconciature Lui&Lei alla periferia di Ekaterinburg (probabilità: 5%);
2. sono sempre io che mi sono dimenticata la password (probabilità: 95%).
Allora ho chiesto a Splinder di rispedirmi questa benedetta parola chiave dei miei stivaletti (a questo punto almeno avessi scelto "alidada", che poi sarebbe tornata utile anche in un altro modo), ma la mail o arriva a un mio indirizzo ormai estinto oppure va dritta a Ekaterinburg dove non sanno che farsene ("Nu, Sergej, što že takoe Splinder?"). Come che sia, su consiglio di Anna mi sono registrata come m1rum1r, però in compenso mi filano solo i tredicenni. Ho anche riperso la password.
Come è duro calle lo scendere 'l salir per l'altrui piattaforme. Due palle, chioserebbe m1rum1r.

Nessun commento: