lunedì, aprile 28, 2008

I Simpatici Rimedi della Morozova/2

Eravamo rimasti a sciami di vespe e ipnosi per l'alcolismo e al total black per l'insonnia ostinata.

Imja moej toskì*
Ora, c'è questa bella parola russa, toskà: che è ansia, angoscia, depressione, ma anche struggente nostalgia, melanconica disposizione d'animo, spleen, noia. Toskà zelënaja è la noia mortale, letteralmente noia verdastra (come la bile o certi golfini infeltriti di Kurt Cobain).

Per la Morozova diventa "angoscia, uno stato nervoso dell'anima" che "assilla il malato specialmente la notte, senza particolari motivi, e può durare anni con brevi tregue e finir male: il malato perde gradualmente le energie, compaiono insicurezza, dolori nevralgici alla schiena e alle gambe, disturbi sessuali e spesso, di conseguenza, una quieta pazzia".

Morte no, tranquilli.
Succede, a dipingere di nero la camera da letto.

* cit. Akvarium, Psi, 1999.

Ma ora passiamo a un problema completamente diverso: la malaria. (Fermi! Attenti allo spigolo del comodino! Eh, lo so, qua è tutto dipinto di nero).

Rimedi simpatici per la malaria
1. Portare al collo una collanina di vera ambra gialla.
2. Prendere una comune aringa, lavarla, asciugarla, spinarla, eliminarne la testa. Tagliarla per il lungo in due parti. Prenderne metà, fasciarla a una pianta del piede nuda con la parte superiore in corrispondenza del calcagno. Prendere l'altra metà e fare lo stesso con l'altra pianta del piede. Restare così tutta la notte e al mattino lavarsi i piedi come sempre. Talvolta la malattia passa al primo tentativo.
3. Prendere un uovo di gallina freschissimo (meglio se di quelli bianchi con il guscio sottile), sgusciarlo facendo molta attenzione a non danneggiare l'involucro interno che contiene il tuorlo e l'albume. Poi fare un piccolo foro sull'involucro interno e far uscire con grande cautela il tuorlo e l'albume. L'involucro non va lavato. Allargando un po' il forellino, calzare l'involucro sul dito medio della mano sinistra fino alla seconda falange.

Aringhe sotto i piedi, collanine d'ambra, uovo sul dito medio: a noi amici della Morozova l'anofele ci pettina ma abbiamo qualche piccolo problema di socializzazione (sembra di stare in una canzone di Destroyer, sembra).
Adesso avete la certezza che a Semipalatinsk non si facevano solo gli esperimenti con le bombe nucleari.

[continua, direi]

Filed in:

Nessun commento: