martedì, maggio 22, 2007

VVP e il Genio della Finanza

[Contesto 1: il presidente della Corte Costituzionale russa Valerij Dmitrievič Zor'kin ha aspramente criticato Michail Jur'evič Barščevskij, rappresentante governativo alla Corte Costituzionale e presidente del partito "Forza Civile", a proposito della decisione della Corte sulla possibilità di revisione "in peggio" delle sentenze. In un'intervista a Echo Moskvy, Barščevskij aveva affermato che questa decisione va contro le norme internazionali e sembra indicare l'inizio di un periodo controriformista. Di qui il contrasto.

Contesto 2: Nel 1989 Sergej Panteleevič Mavrodi, insieme al fratello Vjačeslav e a Marina Muravëva, fonda la MMM (dalle iniziali dei loro cognomi). All'inizio la compagnia si occupa di computer e forniture per uffici, poi però viene accusata di evasione fiscale e rischia il fallimento. Allora nel 1993 Mavrodi concepisce una truffa basata sul famigerato schema piramidale, che consiste nel prendere soldi da un investitore offrendogli un tasso di interesse di ritorno insolitamente alto. Agli investitori vengono sì pagati i tassi, come da accordo, ma i soldi non sono il ritorno di un investimento reale perché vengono dai depositi ottenuti dagli investitori successivi. Il numero degli investitori cresce rapidamente, il prezzo delle azioni cresce di pari passo e con i soldi incassati dalle nuove e più costose azioni la società paga i dividendi dei vecchi azionisti. La bolla speculativa scoppia quando gli interessi da pagare sono troppi rispetto ai nuovi azionisti. La MMM comunque non è quotata, per cui effettua uno sviluppo di prezzi azionari costanti del 1000% annuo, cosa che induce il pubblico a ritenere che l’investimento sia sicuro. Lo schema piramidale della MMM si fonda sul passaparola e su strategie di marketing molto aggressive, che conquistano rapidamente un pubblico ben poco smaliziato. La truffa coinvolge almeno due milioni di persone e raccoglie circa un miliardo e mezzo di dollari.
Mavrodi è stato arrestato nel 2003.
È uscito oggi. Se qualcuno vi propone un investimento infallibile in Russia io vi ho avvertiti.
Per curiosità: su advertka.ru potete scaricare i video pubblicitari della MMM].

Un giorno Vladimir Vladimirovič™ Putin sedeva nel suo studio all'interno del Cremlino e leggeva affascinato la corrispondenza tra il presidente della Corte Costituzionale Valerij Dmitrievič Zor'kin e il presidente del direttivo del partito "Forza Civile" Michail Jur'evič Barščevskij .
A un tratto le imponenti porte dello studio si spalancarono per far entrare un tipo bassino, tarchiato e occhialuto.
- Prego? - si stupì Vladimir Vladimirovič™, - Chi cerca?
- Te, cerco, bratello, - rispose il tipo, sorridendo, - Te, cerco. Ho un affare.
- Ma lei chi è? - domandò Vladimir Vladimirovič™.
- Mavrodi, - si presentò l'altro, - Sergej Panteleevič Mavrodi. Genio della finanza.
- Genio della finanza? - domandò incuriosito Vladimir Vladimirovič™, - Interessante. E cosa sa fare?
- So costruire piramidi altissime, - rispose Sergej Panteleevič, osservando attentamente l'arredamento dello studio di Vladimir Vladimirovič™, - MMM: sentito parlare?
- Sentito parlare, - annuì Vladimir Vladimirovič™.
- Ecco, quello sono io, - disse orgogliosamente Sergej Panteleevič.
- Molto bene, - disse Vladimir Vladimirovič™, - Allora anch'io ho un affare per lei. Vede, il fondo di stabilizzazione...
- Ma al diavolo il tuo fondo di stabilizzazione! - Sergej Panteleevič agitò la mano per liquidare l'argomento e si avvicinò lestamente alla poltrona di Vladimir Vladimirovič™, - Dimmi una cosa, piuttosto: tu finisci presto, sì?
- In che senso? - Vladimir Vladimirovič™ non capiva, - Finisco cosa?
- Ma di lavorare qui, - Sergej Panteleevič indicò lo studio, - Perché voglio anch'io.
- Cosa vuole, lei? - Vladimir Vladimirovič™ continuava a non capire.
- Ma star seduto qui, - e Sergej Panteleevič spinse leggermente la poltrona di Vladimir Vladimirovič™, - A lavorare… E poi in galera mi mancava così tanto un gran bell'affare…
Vladimir Vladimirovič™ impallidì.

Originale: vladimir.vladimirovich.ru

Filed in:

Nessun commento: