mercoledì, maggio 23, 2007

Internazionale Comunista Canaglia

Ieri durante una seduta del consiglio comunale di Tol'jatti (Togliatti), nella regione di Samara, si è discusso della possibilità di cambiare nome alla città ritornando alla denominazione precedente, Stavropol' sul Volga.
L'idea sarebbe nata di recente, "quando sono state diffuse notizie sull'appartenenza di Palmiro Togliatti all'organizzazione terroristica Comintern". Si teme infatti che l'identificazione con il politico italiano possa danneggiare l'immagine della città.
Non è però la prima volta che se ne parla: nel 1996 c'è stato anche un referendum, e allora solo il 26% degli abitanti di Tol'jatti si è detto favorevole al cambiamento di nome.
Il membro della giunta comunale Borislav Grinblat dubita che il progetto sia fattibile: "Bisogna cambiare tutti i documenti, compresi quelli di identificazione degli abitanti: costerà centinaia di milioni di rubli. La città ci trova già in una situazione difficile, anche dal punto di vista politico. Mi sembra proprio che non sia il momento". Come ricorda Kommersant, il sindaco di Tol'jatti Nikolaj Utkin è stato arrestato il 1° maggio per sospetta estorsione, e la città è attualmente governata dal vice-sindaco.

Link-in-russo-ma-non-mi-sono-inventata-niente

Della notizia, oltre alle manine lunghe del primo cittadino e al fondamentale "ci piacerebbe tanto, ma non abbiamo i soldi", ho amato in particolare la frase "sono state diffuse notizie sull'appartenenza di Palmiro Togliatti all'organizzazione terroristica Comintern".


Nessun commento: