venerdì, luglio 17, 2009

Dep Divér' cammina



Si immergono, restano immobili a faccia in giù come due cadaveri dilettanti, riemergono, si consultano, mi guardano.
Si immergono nuovamente, poi mi rispuntano accanto aggrappandosi al bordo, gli occhi arrossati e lo sguardo perplesso e soddisfatto.
- Tu non ci chede'ai.
- Mai. Pe'ò ascolta.
- Il Playmobil Dep Divér' cammina.
- Sul fondo.
- Sì.
- Te lo giu'iamo.
Il sole tramonta dietro lo sconfinato podere dei vicini, dove il custode si prepara a montare un'altra notte di guardia contro gli albanesi sturpatori e stracomunitati. Sulla superficie della piscina galleggiano dodici dinosauri di gomma. Accanto a un cespuglio di rose bianche una lucciola prepara gli effetti speciali.
E Dep Divér', credetemi, cammina sul fondo.

Nessun commento: