mercoledì, agosto 27, 2008

VVP e il bottoncino

Un giorno Vladimir Vladimirovič™ Putin sedeva nel suo studio a leggere i giornali.
- Isolamento internazionale, - borbottò Vladimir Vladimirovič™, - Diritto internazionale... Deplorevole... Valori... Fondo di stabilizzazione... I terroristi hanno dirottato nuovamente un aereo... Terremoto sul Bajkal... Oh!
Vladimir Vladimirovič™ sfilò dalla tasca il telefono mobile con l'aquila a due teste al posto della tastiera e premette il pulsante di chiamata del deputato della Duma di Stato, membro della commissione della Duma per la difesa, primo vice presidente del partito "Russia Unita" Artur Nikolaevič Čilingarov.
- Ascolta, bratello! - domandò preoccupato Vladimir Vladimirovič™, - Com'è, lì?
- E chi lo sapeva, che veniva fuori quel casino! - esclamò Artur Nikolaevič, - Gli abbiamo solo datto una toccatina!
- A cosa, avete dato una toccatina? - Vladimir Vladimirovič™ non capiva.
- Ma sì, lì in fondo c'era quel solito pippoletto, - spiegò Artur Nikolaevič, - Insomma quella specie di bottoncino. Lo abbiamo toccato con il manipolatore, e, e... che salto che ha fatto!
Vladimir Vladimirovič™ impallidì.

Originale: vladimir.vladimirovich.ru

Filed in:

Nessun commento: