mercoledì, aprile 30, 2008

VVP e le Meraviglie della Russia

Un giorno Vladimir Vladimirovič™ Putin sedeva nel suo studio all'interno del Cremlino intento a escogitare nuovi modi per svillaneggiare il presidente della Georgia Michail Nikolaevič Saakašvili.
Davanti a Vladimir Vladimirovič™ sedeva il vice capo della sua Amministrazione presidenziale, Vladislav Jur'evič Surkov, che lo aggiornava sugli affari correnti.
- Oh, e poi - disse Vladislav Jur'evič, - Si è concluso il concorso sulle sette meraviglie della Russia
- Sette? - si stupì Vladimir Vladimirovič™, distratto dalle sue riflessioni presidenziali.
- Sette, - annuì Vladislav Jur'evič, - Ci sono El'brus, la Madre Patria di Volgograd, la fortezza di Vovnuški
- Vovnuški? - si stupì ancora di più Vladimir Vladimirovič™, - Cos'è, mica una roba dedicata a Lenin?
- Non lo so, - Vladislav Jur'evič si strinse nelle spalle, - Io di questa fortezza non ho mai sentito parlare.
- Neanch'io, - disse Vladimir Vladimirovič™, - Come può essere una delle meraviglie della Russia se nessuno ne ha mai sentito parlare?
- Mah, sta in Inguscezia, - sospirò Vladislav Jur'evič, - Bisogna...
- Sì, ma almeno cecena, dico! - esclamò Vladimir Vladimirovič™, - Con questi risultati fate ridere tutto il multinazionale popolo russo! Che poi, scusa: lo sanno tutti, quali sono le nostre meraviglie!
- E quali? - domandò Vladislav Jur'evič, preparandosi ad appuntarsele.
- Ma è inteso! - si infervorò Vladimir Vladimirovič™, - Al primo posto, io. Al secondo posto, Dima Medvedev.
- E al terzo, Ramzan? - domandò Vladislav Jur'evič.
- Ma quale Ramzan! - tagliò corto Vladimir Vladimirovič™, - Ne bastano due, di meraviglie. Su, adesso via... devo riflettere.
E Vladimir Vladimirovič™ si immerse nuovamente nei suoi presidenziali pensieri.

Originale: vladimir.vladimirovich.ru

Filed in:

Nessun commento: