martedì, marzo 14, 2006

Confronto Berlusconi-Prodi: fatevi invitare a cena

"La visione del primo confronto televisivo tra il nostro presidente Silvio Berlusconi e Romano Prodi (in onda martedì 14 marzo alle ore 21 su Raiuno) è una bella occasione per continuare l'azione di motivazione e di recupero degli elettori indecisi.
Invita a casa tua qualche amico 'tiepido' o indeciso, per vedere e commentare insieme il confronto. È un ottimo modo per stare insieme e per contribuire a consolidare la nostra inesorabile rimonta..."
Dall'inesorabile sito di Forza Italia.

Il task di oggi:
constatare che il frigorifero contiene solo una natura morta di Fantasie di Philadelphia scadute e zucchine flosce; appostarsi nei pressi dell'ascensore, aspettare il vicino in odore di CDL e sfoderare un sorriso in cui si vedano almeno i secondi molari (anche i denti del giudizio, se ci sono). In ascensore, invece di esaminare attentamente il pavimento con la solita espressione tra il patetico e il corrucciato (il condannato in attesa di esecuzione esce dal braccio della morte), mettere su una faccia sgomenta e mormorare: "Certo, dopo i recenti fatti, anche un'onesta persona di sinistra si chiede, a volte..." Lasciare la frase in sospeso, balbettando a scelta "canone Rai", "giornalisti", "...coni", e "dopotutto". Scuotere il capo con rassegnazione e/o turbamento.
Stasera, se tutto va bene, lasagne al forno. Domani, fiori per la signora ("Grazie per la deliziosa cena e per lo stimolante dibattito"). Scusarsi, all'occorrenza, per quel medley degli Inti Illimani suonato con il flauto dolce della bambina alla fine della serata e per aver chiamato compagno lo zio Italo, esule istriano. In seguito, fare le scale a piedi per un po'.

Nessun commento: