giovedì, novembre 06, 2014

Guardiamo Serie Tv So You Don't Have To: il cagnoletto degli Hamptons

Allora in questa serie c'è lui che fa lo scrittore impegnato che va in vacanza con la moglie e i quattro figli a casa dei suoceri straricchi e incontra lei che è una poveraccia del posto. Lui va bene perché è Dominic West, che è un omazzone di quelli all'antica, già vecchiotto anche da giovane, musclé ma con un'ombra di finta panzetta. Dominic West va sempre bene, va bene poliziotto e va bene mezzobusto retrofitted, dunque andrà bene anche come bietolone adultero. La moglie invece è una delle dottoresse di ER, dunque è sottoposta alla crudele Legge di ER, quella che rende detestabile a vita l'intero cast. In ogni caso lei deve essere detestabile per forza, dice Sua Cinicità, perché tutto in questa serie tv è già dato.
La poveraccia del posto è Ruth Wilson, adesso mi dite che avete dei problemi con Ruth Wilson e io li accetto.
Metà puntata è narrata dal punto di vista di lui (=lei carina e seducente esibisce provocanti cosciotti bianchi sotto l'orlo di vestitini succinti), l'altra metà dal punto di vista di lei (=figlioletto morto, suocera accorata ma leggermente pallosa e colpevolizzante, e in tutto questo arriva il forestiero seduttore con la station wagon piena di famiglia). Poi si capisce che è tutto un doppio flashback perché c'è un'indagine in corso (è morto uno e non si sa ancora chi, io almeno ancora non lo so), tipo True Detective versione Bolero-Teletutto.
Il tutto è un po' noioso. Due cose si fanno notare:
1. Dominic West ha un modo di alzare le sopracciglia che gli deforma tutta la faccia, i capelli arretrano plasticamente alla Franco Franchi, la bocca si adegua in una smorfia prognate, forse non sono cose belle da vedere.
2. Nella cittadina vacanziera tutto costa tantissimo. Certo lo fanno apposta per farmi capire che lì girano i ricchi tipo famoso uno per cento, ma io tanto ho già capito mica mi serve il comunicato della CGIA di Mestre sui dati Istat. Lui va al mercatino con la figlia a comprare le marmellatine e 28 bucks, sull'unghia, 28 bucks di botulismo non so se mi spiego. Poi entra nel baretto-negozio per vedere lei con la scusa di comprare qualche maglietta souvenir: ma lei non c'è e gli tocca prendere le magliette, 100 dollari, cifra tonda, e sì sì cosa vuole costicchiano. Poi lei lo porta da un pescatore pesce fresco pesce buono signo', i pesci hanno pure un nome strano che lui non conosce, sfido io che non lo conosce probabilmente non esistono, sono cagnoletti della settimana prima. Madonna penso io, adesso gli spara duecentomila dollari di cagnoletto, ma per fortuna c'è un contrattempo tipo cognato di lei e lui i pesci non li compra ma finisce a sbaciucchiarsi con la tizia dietro una baracchetta: con molti sensi di colpa, sì, però almeno per ora è gratis.
Punto 1 e punto 2 si abbinano in una combo abbastanza divertente. 28 bucks, e la faccia di Dominic West trema come un aspic. 100 dollari, e il cuoio capelluto retrocede per effetto della bassa marea dello sconforto portandosi dietro un bel pezzo di fronte e forse di cervello. Dopo ciascuno di questi traumi il Dominic infatti pare un po' più brutto e un po' più scemo di prima, e se ne torna a casa mogio a farsi insultare dai suoceri che gli pagano il mutuo mentre quella di ER lo guarda con la faccia stanchina che hanno tutti quelli di ER prima di prescriverti l'emocromo completo. Che non è mica gratis. Ma questo è già dato.

Nessun commento: