lunedì, ottobre 03, 2011

Guadagna 20.000 sterline con il pc! Comodamente dalla tua università!

Finalmente una notizia che unisce nomi diversamente occidentali, falso allarme, sospetto braccidestrismo e lieto fine con assegno non trasferibile.

Nome: Rizwaan Sabir.
Età: 26 anni.
Occupazione: studente all'università of Nottingham.
È stato: arrestato in base al Terrorism Act.
Accusa: scaricamento di materiale per utilizzo illegale.
Il materiale: "The Al Qaeda Training Manual", 140 pagine.
A scopo di: studio.
Seguono: sette giorni e sei notti di detenzione.
Poi: il rilascio senza accuse né scuse.
Perché: il materiale gli serviva per la tesi di dottorato, e comunque
Fermi tutti: l'aveva scaricato da un sito del governo americano.
Tutto questo succede: nel 2008.
Gli avvocati di Sabir però scoprono che: la polizia è in possesso di un fascicolo su di lui nel quale sono contenute false informazioni e si dice che è stato arrestato per terrorismo.
Adesso si spiega perché: da allora lo fermano e lo perquisiscono più spesso.
Lieto fine: per evitare il processo la polizia del Nottinghamshire accetta di risarcirlo.
In tutto: 20.000 sterline più le spese legali.
La polizia continua a definire il suo arresto: una misura necessaria e adeguata.

È evidente. Porti quel nome e scommetto che non sei bianco. Scarichi il .pdf del manuale di addestramento di al Qaeda, che si chiama proprio manuale di addestramento di al Qaeda. Lo salvi non nel tuo computer, ma in quello dell'amministrazione della tua università. Prima però chiedi il permesso. Chi ti concede il permesso ha un nome strano pure lui. Sfiga.
E poi te lo studi con la scusa del dottorato. Certo, ogni volta che ti viene un dubbio devi andare in amministrazione. Un po' due palle, soprattutto quando cominci a metterlo in pratica: "cos'è che devo fare se tiro la cloche e non succede niente?", "com'era già la ricetta della ricina senza colesterolo?", "niente, io i 44 modi per sostenere il jihad non me li ricordo mai tutti, quando arrivo alla fine sono sempre 42".
A questo punto sei famoso. 
Da qualche parte c'è un fascicolo che parla proprio di te.
Poi non lamentarti se ti fermano sempre con il pretesto patente-libretto. 
Scusa, sai.


Nessun commento: