giovedì, dicembre 31, 2009

martedì, dicembre 29, 2009

Nell'amor si comincia così

Il titolo va preso alla lettera. Per Kluge si tratta proprio di fare la genealogia dei sentimenti del XIX e XX secolo. Operazione condotta in maniera musil-brechtiana, a furia di collage, aforismi e atti unici, trattando i sentimenti come oggetti e l'Opera come la fabbrica che storicamente ha prodotto questi oggetti su vasta scala. Perché i sentimenti, a ben vedere, al cinema sono oggetti recalcitranti in quanto durevoli, mentre il cinema continua a essere incostante e sempre più mutevole. Intelligente, Kluge studia i sentimenti come un fisico poeta. Sperimenta la loro durata e ne attende l'esplosione. Ma l'esplosione dei sentimenti è sempre un enigma. Lo si vede chiaramente nella cronaca nera, nei libretti d'opera o nelle estasi silenziose del cinema muto. È lì che Kluge si mostra al contempo scienziato, filosofo e – ragionevolmente – poeta. Il suo film somiglia al divertissement di un professore euforico di fronte a una classe pietrificata ma tutto sommato felice. […] La forza dei sentimenti ci riporta a una certa Germania: quella di Lichtenberg e di Musil, la Germania ironica, tagliente, disincantata. Come si sarà capito, il film è irraccontabile. Ma perché è fatto di una miriade di storie. È impossibile riassumerlo, perché non cessa di riassumersi strada facendo. Ma è sontuoso, serio e buffo.
Serge Daney, La Maison cinéma et le monde – 2. Les Années Libé (1981-1985), P.O.L., Paris 2002.

Cinepanettone tedesco a reti unificate per l'Italia dell'Amore: grazie allo zombi La Forza dei Sentimenti di Alexander Kluge (raro, bellissimo) sta qui, in versione integrale:

domenica, dicembre 27, 2009

Questa poesia

Questa poesia è stata scritta dall'autore di notte.
È la ventitremilioninovecentocinquantatremilacentoottantaseiesima poesia dopo Auschwitz (calcolo approssimativo).
Esprime sentimenti come la nostalgia per la madrepatria, l'amore per le persone amate e l'amicizia tra amici.
Tutto questo è espresso con le parole.

Originale: "Это стихотворение…"


Poeta e filologo, Michail Gronas (Taškent, 1970) si è laureato all'Università di Stato moscovita. Attualmente vive negli Stati Uniti, dove insegna al Trinity College di Hartford. Ha tradotto versi e testi scientifici dal tedesco (Celan, Trakl) e dal francese (Pierre Bourdieu). Nel 2002 ha vinto il Premio Andrej Belyj.

Traduzione: Manuela Vittorelli.

[Grazie a Sten per il pettirosso.]

giovedì, dicembre 24, 2009

Omaggio alle nostre radici alcoliche

presepe_alcolico


Ricetta di Samogon brulé è semplice: aggiunge pepe speziato di Maribor a liquore artigianalmente distillato Samogon, mette su fuoco, lascia incendia, beve ribollente fino a papilla diventa insensibile.

Buone feste, vaghe stelle dell'URSS.

martedì, dicembre 22, 2009

WRSA anche più tranquilli, SYDHT

Lupi
Attenti a non abbassare la guardia. Il lupo perde il perlo ma non il vizio. I comunisti hanno cambiato nome ma sono sepre gli stessi Lupi Siberiani.

Dare per avere
La FIAT compensi a chi gli paga la cassa integrazione con veicoli sempre per pari importo,dare per avere ,comuni,province,regioni ne hanno bisogno di mezzi.

Militarizzare
Ed ora per avere una efficente servizio ferroviario e altro dobbiamo militarizzario ,si eviterebbero scioperi,mancanza di personale disciplina ed efficenza.

O no
SI DICE: METTI A FUOCO LA SOLIDARIETA'... DICESSESI:...MA CACCIA A PEDATE E NON SOLO ...CHI GOVERNA LA'... ...CHE E' MEGLIO PER QUEL PAESE E QUELLA GENTE...O NO?

Quota
Dal canone Rai si può detrarre il costo delle trasmissioni di santoro etc. cosme si faceva per chi non versava la quota pro militare?

Anche
Dopo la PIVETTI,CASINI e FINI come PRESIDENTI DI CAMERA ,l'unico che può dare garanzie è EMILIO FEDE,saremo anche più tranquilli.

lunedì, dicembre 21, 2009

Santa Claus is comin' to town (paura)

Per entrare nello spirito giusto, il miglior blog di sempre: Sketchy Santas.
Scatti imbarazzanti, terrificanti, inquietanti o quietamente squallidi di bambini che vorrebbero essere da un'altra parte e di. Come vogliamo chiamarli. Babbi Natale.


domenica, dicembre 20, 2009

Sbatti il Mossad in prima pagina/Neve

Ve lo ricordate, il vecchio del Mossad?
Eccolo.
Immobile da dieci minuti. Forse è morto. Forse aspetta un contatto che non arriverà. Forse fa la guardia alla neve (quelli come lui hanno una sola parola per dire neve, ma un centinaio per dire appostamento).
Io faccio la guardia a lui.

sabato, dicembre 19, 2009

Ancora uno, l'ultimo testo in versi

ancora uno, l'ultimo testo in versi,
diciannovesimo tra i più recenti. In fila
si allontanano da me in una prospettiva vacua: zitti,
attendono pazienti l'uno accanto all'altro,
esangui, deboli, accigliati profughi bambini
in coda allo sportello: ecco che si apre, e l'Esercito della Salvezza notturno
comincia nel mezzo dell'abisso
a distribuire pane e lacrime.

quello sportello dà sull'altro lato: laggiù,
oltre le distorsioni della nebbia, c'è la patria presunta.
quando sento un suono, lo schiocco di una corda che si spezza nel mio cuore,
allora so: là, a casa,
un altro lettore e amico, che si fidava,
mi ha dimenticato per sempre. e poi ancora un altro.
e un altro ancora.

Originale: "Еще один, последний стихотворный текст", Снятие Змия со креста, 2003.

Sergej Gennad'evič Kruglov, nato nel 1966 a Minusinsk, nella regione di Krasnojarsk, ha studiato giornalismo a Krasnojarsk e ha poi lavorato come reporter nel giornale locale Vlast' Trudu. Scrive poesie dal 1993. Nel 1999 è stato ordinato sacerdote della Chiesa ortodossa russa. Vive in Siberia. È sposato e ha tre figli. Nel 2008 ha ricevuto il premio Andrej Belyj. Ha un blog: http://kruglov-s-g.livejournal.com/ (rus)
Traduzione di Manuela Vittorelli.

venerdì, dicembre 18, 2009

WRSA come stelle polari, SYDHT

FORSE LE STELLE POLARI E I CERVELLI DEGLI ITALIANI... A VOLTE SONO UN PO' BACATI,MA SONO "LORO"... E RISPLENDONO DI UNA LUCE PROPRIA... ATTRAVERSANDO I MILLENNI.

giovedì, dicembre 17, 2009

Solo tra i fantasmi: 2666 di Roberto Bolaño/traduzione


Poco prima di morire per insufficienza epatica nel luglio del 2003, Roberto Bolaño disse che avrebbe preferito il mestiere del detective a quello dello scrittore. Aveva 50 anni, ed era già ampiamente considerato il più importante romanziere latinoamericano dopo Gabriel García Márquez. Ma nell'intervista pubblicata dall'edizione messicana di “Playboy” Bolaño fu esplicito. “Mi sarebbe piaciuto essere un investigatore della omicidi, molto più che uno scrittore” disse alla rivista. “Di questo sono assolutamente sicuro. Una serie di omicidi. Qualcuno che possa tornare, nottetempo, sulla scena del delitto, e non avere paura dei fantasmi.”

I polizieschi e le uscite provocatorie erano due passioni di Bolaño – una volta definì James Ellroy uno dei migliori scrittori viventi in lingua inglese – ma il suo interesse per le storie di piedipiatti non si limitava esclusivamente alla trama e allo stile. I racconti polizieschi sono essenzialmente indagini sui moventi e i meccanismi della violenza, e Bolaño – che era andato a vivere in Messico nel 1968, l'anno del massacro di Tlatelolco, ed era finito in carcere durante il golpe militare del 1973 nel suo paese, il Cile – era ossessionato anche da questo. Il grande tema della sua opera è il rapporto tra arte e infamia, mestiere e crimine, scrittore e Stato totalitario.

Marcela Valdes, “Alone Among the Ghosts: Roberto Bolano's '2666'”, The Nation, 8 dicembre 2008.

L'avete poi letto, Bolaño?
La traduzione dell'articolo di Valdes in ogni caso è qui in formato .pdf oppure su mirumir 2.0.

Sten non vuole essere ringraziato né citato. Dice che non è responsabile della revisione e dei riscontri sui testi, e tanto meno dei preziosi chiarimenti su Auxilio Lacouture o su quello che succede da pagina 299 a pagina 360 di 2666. Va bene. Grazie, zombi.

lunedì, dicembre 14, 2009

WRSA deprecando, SYDHT

Il mancadotto
ieri e' successo una brutta cosa,odiano silvio perche' fa la politca della chiarezza,quando l'ho visto cosi vi e' venuto il mancadotto,guarisci presto,ciao


Rientrati tutto bene
Siamo appena rientrati da un viaggio in India e stamani a Londra ho visto la sua foto. Che dolore ho provato. Le vogliamo bene, preghiamo per il suo pronto recupero

Come bergamasca
come bergamasca mi vergogno di avere un cittadino come di pietro. aiutaci silvio a non mollare mai

Colmo

IERI ERAVAMO UN NUTRITO GRUPPO CHE E' PARTITO DAL COMASCO PER STARE LI CON LEI. E' STATO UN COLMO DI BELLEZZA ED ENTUSIASMO. SALVO I SOLITI INDOTTRINATI E VIGLIACCO.

Telegramma
ENTOURAGE FAMILIARE E PARENTALE DECISI ACCEDERE TESSERAMENTO. PREGO FAR CONOSCERE DOVE TROVARE MODULI DI ISCRIZIONE E BOLLETTINO. GRAZIE.

Terapie
CORAGGIO PRESIDENTE MIO PRESIDENTE. ERASMO DA ROTTERDAM E' LI HA FARLE COMPAGNIA, INTANTO SI SOTTOPONGA CON SERENITA' A TERAPIE ANALGESICHE. L'ATTENDIAMO CON AFFETT

Non molare
vorrei esprimere al presidente berlusconi la mia solidarietà per quello che gli è accaduto. gli dico anche "PRESIDENTE NON MOLARE" e sono certo che lo farà.

Qualche
Ho soltanto 14 anni, ma ho sentito davvero profondamente l'accaduto. Quando mio padre me ne ha parlato qualche lacrima è scesa, perchè io credo davvero in lei! Auguri

Allenamento
atto turpe e premeditato. In mezzo alla folla non era facile colpire il presidente. Il fatto che ci sia riuscito, significa che si è allenato parecchio al lancio del sasso.

Rambo
bindi,di pietro e tutti quelli come voi,mettetevi nella testa che Silvio Berlusconi è come Rambo non lo abbeterete MAI,rassegnatevi alla vostra miserabilità

Le bambine
ciao siamo 2 bambine di 11 anni,ci spiace molto x quello ke è successo a te,silvio.io (serena) quando ho visto la tua faccia sanguinante ho pianto xkè mi spiaceva molt

Psicolabile di comodo
MINISTRO MARONI: FACCIA CHIAREZZA SU CHI HA MANDATO AVANTI UNO PSICOLABILE DI COMODO!

Uccidibili
ANCHE NEGLI ANNI DI PIOMBO LE VITTIME INNOCENTI TRUCIDATE DAI TERRORISTI ERANO SOLO "PROVOCATORI"(QUINDI UCCIDIBILI SENZA PROBLEMA)

Inalano
QUANDO NON POSSONO PENETRARE NELLE LORO CASE E NELLA LORO DIGNITA' DI ITALIANI..INALANO SOSTANZE DAI PIANI SUPERIORI SPERANDO DI UCCIDERLI..
E..PIU' SU IL PDL...CHE


Cipciop
PRESIDENTE NAPOLITANO:CHE DELUSIONE E NON SOLO NELL'INSEGNAMENTO DELLE "LINGUE"...QUELLE SUE CIPCIOP STATALI.. E MENO MALE CHE ANCORA ..POSSIAMO RACCONTARLO...

WRSA x qnt successo, SYDHT (in aggiornamento)

Coscienda
QULL'ASSASSINO PASSA PER PSCOLABILE, COSI SI METTELO LA COSCIENDA A POSTO,CHIUDETE SANTORO, CHIUDETE PARLA CON ME, EQUEL SCIMUNUTO DELLA TRASMISSIONE BLOG, ASSASSINI!


Pensavo

pensavo che il dolore che mi colpi per la caduta delle torri gemelle sarebbe stato irripetibile ma una mano ignobile me l ha resuscitato:Taraglia, che tu sia dannat

Subito
Per quanto ancora ci laseremo trattare così. Manifestazione imponente SUBITO


Disgusto
mi dispiace per B. Provo disgusto per Schifani. Ha taciuto omertosamente quando il padrone ha sfaciato tutto e tutti. Ora ha risposto subito presente. quanta miseria!

Futurista
Coraggio Cavaliere ! Guarisca presto, grande futurista italiano.

Dio
Penso che Dio sia diventato comunista ed abbia aiutato quella mano. Come si fa in quella bolgia e con tanta scorta centrare così bene il nostro Buon Silvio?

Interiormente
Anche la Bindi concorda con Di Pietro . Sapevamo che era brutta fisicamente,ora sappiamo che lo è anche interiormente.

Qualcosa
adesso al presidente gli voglio ancora più bene!!! ragazzi facciamo qualcosa altrimenti qui va a finire veramente male!!!

Forma
Carissimo Signor Presidente Mi rivolgo a Lei nella forma di solito utilizzata da chi ha il privilegio di aver avuto una sua conoscenza diretta. Il vile attentato

Una
Ma la Sicurezza.. che faceva? Ad Obama gli sono entrati alla festa come niente fosse... Questo significa una cosa sola.


Ma perché
MA PERCHE' TUTTE LE VOLTE LA POLIZIA EVITA IL LINCIAGGIO?? LASCIATE CHE SIA IL POPOLO A PUNIRE AGGRESSORI, STUPRATORI, ASSASSINI.....

A dovere
Presidente le sono vicino in questo memento e le auguro una pronta guarigione. Spero venga regolata a dovere la disinformazione di odio prodotta dalle sinistre.

Qualcosa
tutta la solidarietà al Presidente Sivio Berlusconi. Speriamo che quando si rimetterà inventi qualcosa per far fuori Dipietro, Santoro e tutta la cricca.

Pur
Pur colpito pesantemente e ferito, ha avuto la forza di alzarsi sulla macchina per salutare i sostenitiori e poterli rincuorare, e si e' preocc anche dell'aggressor

Regalo
non sono mai iscritto a nessun partito. sono un Suo sostenitore. per Lei un grande augurio ed un piccolo regalo. Una nuova tessera. grazie per il Suo esempio.

In breve
Non so come dirla in breve: l'aggressione a SWilvio viene commentata da Do Pietro in questo modo, ono solidale con Berlusoni però é colpa sua P un provocatore. Aguzzi

Pare
Pare che in casa del folle che ha colpito Berlusconi si voti PD. Ma che coincidenza !

Clacson
PARTECIPATE TUTTI DOMANI ALLE ORE 16:00 IL NOSTRO "URLO" PER SILVIO SUONATE PER UN MINTO IL CLACSON DELLA VOSTRA VETTURA. ADERITE E DIFFONDETE LA NOTIZIA

Piango
Piango.Piango d rabbia e d dispiacere x qnto successo.Lei xò sia forte amatissimo Presidente!So ke lo sarà ancora una volta, x le persone(e sono tante)ke come l'aman

Anche
Caro Presidente, Le sono vicino con la mia preghiera. Anche Gesù fu calunniato, tradito e percosso e voleva salvare il mondo. Auguri!

Asimov
ASIMOV SCRISSE IN UN SUO LIBRO "LA VIOLENZA E' L'ULTIMO RIFUGIO DEGLI INCAPACI".FISICA O VERBALE ...SIA DA PARTE DI "GIORNALISTI" INVASIVI O DI POLITICI RAMPANT

Craxiano di Liegi
caro presidenti Berlusconi,hio sono un socialista CRAXIANO di Liegi (Belgio) mi dispiace quello che è arrivato a lei, spero un auguri di saluti è buon lavoro.

sabato, dicembre 12, 2009

Un giorno Iosif Brodskij

Un giorno Iosif Brodskij

di Sergej Kruglov

Un giorno Iosif Brodskij,
impronta culturale di un'epoca, sua coscienza stanca
ma anche noto letterato,
mi disse dal suo ritratto in bianco e nero
qualcosa come: «Finché la lingua
russa è morta, si può evitare
la poesia». Ricordo che allora ero d'accordo; però
con il trascorrere degli anni, nel susseguirsi impercettibilmente,
irreparabilmente uguale delle diverse immagini di fondo stagionali
su questa nostra stessa pagina fitta di monologhi e di marginalia,
mi sono convinto che l'arte di evitare la poesia
è abbastanza complicata, e accessibile solo a esperti
d'alto livello. In Russia, dio ti ringrazio, non ce ne sono
e dubito
che ne spunterà qualcuno: il tempo passa, l'età vaneggia con sospetto
di un lirismo delicato,
sulla foto di Brodskij, come una macchia di colore, appare
il bubbone della malattia del secolo: la giovinezza; e la lingua russa
non muore, la poesia
continua a riempire il mondo fino all'orlo, tanto che quello
è illividito fino a scoppiare
e ormai esplode.

E ben gli sta! non mi dispiace. Questo sentire,
naturalmente, entra in contrasto con le nuove religioni,
con i comandamenti di tristi premi nobel morti –
però, senza timori per la vita dell'anima immortale,
io resto quasi calmo: che il mondo affoghi pure
nella poesia, nelle convulsioni che precedono la morte
pronunciando con voce roca di densa saliva slava
preziosi ma già incoerenti anglicismi ebraici.

Originale: "Однажды Иосиф Бродский"(inedito)


Sergej Gennad'evič Kruglov, nato nel 1966 a Minusinsk, nella regione di Krasnojarsk, ha studiato giornalismo a Krasnojarsk e ha poi lavorato come reporter nel giornale locale Vlast' Trudu. Scrive poesie dal 1993. Nel 1999 è stato ordinato sacerdote della Chiesa ortodossa russa. Vive in Siberia. È sposato e ha tre figli. Nel 2008 ha ricevuto il premio Andrej Belyj. Ha un blog: http://kruglov-s-g.livejournal.com/ (rus)
Traduzioni: Manuela Vittorelli.

[Grazie a Sten per il ritratto.]

giovedì, dicembre 10, 2009

WRSA, e non solo per dire, SYDHT

A FINI...E NON SOLO PER DIRE: LO SPIRITO DEL PRESEPE E DI GESU' BAMBINO ERA ED E' QUELLO CHE OGNUNO STA "E DEVE STARE" A CASA SUA... IN CASA D'ALTRI E' OSPITE..

A FINI...E NON SOLO PER DIRE...: GLI EXSTRACOMUNITARI DEL PRESEPE...PORTAVANO DONI E UMANITA' AL BAMBIN GESU' NON PRETENDEVANO ... O OBBLIGAVANO A PRETENDERE...

mercoledì, dicembre 09, 2009

WRSA senza intervento autorizzativo, SYDHT

Balconi
CI SONO MATTATOI ALL'APERTO E ANCHE SUI BALCONI DEI CONDOMI. E POVERO ITALIANO VIENE SEMPRE PRESO A PESCI IN FACCIA, FATTA ECCEZIONE DELLA LEGA E GRAN PARTE PDL.

Egli
NON CONDIVIDO LE ESTERNAZIONE DEL CARD.TETTAMANZI. EGLI VIVE IN APPARTAMENTI CARDINALIZZI DORATI E FELPATI. GLI IMMIGR.E ROM VENGONO TUTTI SCARICATI SULLA POVERA GENTE

Confido
xSILVIO ho chiesto di far visita a milanello con mio figlio ne sarei onorato esserci confido in un tuo intervento autorizzativo.

sabato, dicembre 05, 2009

Goethe

Goethedi Sergej Kruglov

Grido con foga: “Avrei voluto tanto
restare a lungo giovane,
un lattante! E che il mio corpo
non si squagliasse, come una brocca gelida
piena di mercurio ardente.
L'anima corrode la mia carne: mi piacerebbe essere
un consigliere segreto – diciamo – settantaduenne,
forte e vivace, pronto a bruciar d'amore, –
come Goethe!”
Tu scoppi a ridere: “Purtroppo, amico mio,
sei un poeta. Che ci vuoi fare,
è la poesia che brucia.
Chi non scrive poesie vive tranquillo
e attivo, come una macina
che non ha mai visto il grano.
Che sarà mai quel Goethe!
Fosse stato scrittore
mica avrebbe vissuto così a lungo.
La sua salvezza fu
non scrivere neanche una riga,
non è così?” – e alzi lo sguardo.
L'orrore
mi paralizza. La stanza si logora
e si guasta, come una mente superstiziosa.
L'aria diviene opaca. Avvampano da sole le candele,
simili alle dita di un eretico.
Un bicchiere di vino oscilla incerto
e vola giù dal tavolo. Per tutto il tempo della sua caduta
tu mi guardi (un sorriso maligno
come albugine notturna che preme contro i vetri),
e non dici una parola.

Originale: ГЕТЕ, Снятие Змия со креста, 2oo3


Sergej Gennad'evič Kruglov, nato nel 1966 a Minusinsk, nella regione di Krasnojarsk, ha studiato giornalismo a Krasnojarsk e ha poi lavorato come reporter nel giornale locale Vlast' Trudu. Scrive poesie dal 1993. Nel 1999 è stato ordinato sacerdote della Chiesa ortodossa russa. È sposato e ha tre figli. Nel 2008 ha ricevuto il premio Andrej Belyj.


Traduzione di Manuela Vittorelli.



[Grazie a Sten per il bicchiere.]

venerdì, dicembre 04, 2009

Il futuro non è più quello di una volta


Bei tempi quelli in cui i giovanotti potevano pianificare il proprio radioso avvenire leggendo Il tuo futuro nei missili guidati.

Link (po russki)

mercoledì, dicembre 02, 2009

WRSA in nome della decraz, SYDHT

Se occorre
Io sono pronto ad andare in piazza a difendere Berlusconi e se occorre anche a fargli da scudo perché ora é rimasto l'unico con il PDL a difendere veramente la decraz

Alibi, alibi!
Sarei curioso di sapere dov'era FINI il 2.12.2006.!!! Io e i militanti di FI eravamo in piazza con il gazebo lavorando con passione per il futuro di tutti. FINI A CAS

Alt
CHE DELICATEZZA QUESTO FINI! A TOGHE ROSSE ANTI SOVRANO A PRESCINDERE RACCOMANDA SCRUPOLOSO RISCONTRO.TOGHE RISPONDONO, RISCONTRO ESEGUITO .SILVIO MAFIOSO ALT!!

GG

SILVIO E' IL PIU'GRANDE DI TUTTA LA STORIA POLITICA, NESSUNO O POCHI HANNO CAPITO CHE EGLI E' IL GRANDE GREMOIRE DELLA POLITICA. NESSUNO DELLA SINISTRA HA LE SUE CA


O miserarsi delle libertabili
DIRE=libertà; BISBIGLIARE=miserabilità. meglio liberarsi delle persone miserabili.

La poesia del giorno
lo conosco da sempre,
lo ho votato sempre,
non avrei mai pensato
che un giorno lo detestassi.

Na-na-na-na Neutra Face! Ode a un font

You'll read my,
You'll read my,
You can read my Neutra Face
(Even if it's bold italic).

Meravigliosi. Possono causare dipendenza.

martedì, dicembre 01, 2009

La differenza (WRSASYDHT)

La differenza tra una religione cattolica e le altre e che le altre sono troppo profonde e non aggiornate al presente,la religione non ha autobomba o kamikaze.