venerdì, novembre 28, 2008

Ci stan camin che fumano

Sempre a proposito di perigliosi viaggi in battello, un classico Baedeker: il Traveller's Manual of conversation in four languages, English, French, German, Italian. With vocabulary, short questions, etc (1896).

Nell'imbarcarsi, e di quel che succede in mare

Entrino, signori, nella scialuppa; badino a non farsi male.

Mi pare che il mare sia agitato di molto. Il vascello si è molto inoltrato in mare, e se mai avessimo una scionata, la scialuppa potrebbe capovolgersi, prima che fossimo arrivati.

Non c'è pericolo.

Non vi è da temere.

Ciò non è nulla.

Eccoci giunti al vascello; ma avete durato gran fatica, avete dovuto remigar molto.

Il vento cresce. Mirate quell'onda spaventevole che viene ad infrangersi contro la nostra nave. Temo che avremo una burrasca: il cielo è molto fosco verso ponente.

Il mare è molto fiero; le onde sono burrascose; il moto del vascello mi rivolge lo stomaco; mi duole la testa.

Ho un gran dolor di capo.
La puzza di catrame mi fa male.

Fiuti un po' d'acqua di Cologna, che le farà bene.

Ho gran voglia di recere.

Bea una goccia di essenza di ginepro, che le sarà di sollievo forticandole lo stomaco.

Sono debole assai; voglio coricarmi in branda.

Sì, si corichi, che le farà bene.

Sto un poco meglio, il riposo mi ha fatto bene.

Il vento si è anche calmato, ed il mare è tranquillo.

Come si chiama quest'uccello?

È un gabbiano.

Mi pare che dovremmo bentosto scorgere la spiaggia, perché sono già dieci ore che siamo in viaggio.

Ed è già un pezzo che vediamo la spiaggia.

Dov'è?

Laggiù quella parte nuvolosa e turchiniccia.

Ah sì! Distinguo adesso molto bene la terra col mezzo del mio telescopio.
Che bastimento è quello che si avvicina a noi?

È la barca della dogana.

Sbarco

Eccoci giunti finalmente sani e salvi; ma abbiamo però corso qualche pericolo; che ne dite, signor capitano?

Anzi, signori: abbiamo fatto buonissimo viaggio. Abbiamo fatto in un giorno e mezzo quel che di solito si fa in tre, quattro, ed in cinque giorni.

[L'insuperabile "Ho gran voglia di recere" gareggia con l'inglese "I am very much inclined to be sick"].

Nessun commento: