venerdì, settembre 19, 2008

Zapatero chi?

Segue la traduzione di parte dell'intervista con John McCain di Radio Caracol Miami (il nome ricorda le radio di Grand Thefth Auto Vice City, se non avete presente non importa), in cui alcuni (i più maliziosi e incattiviti) hanno notato la stana vaghezza del candidato repubblicano alla presidenza quando si comincia a parlare di Spagna e Zapatero. Anzi, con tutto quel parlare di "emisfero", "regione" e "quei leader lì", ai tendenziosi maliziosi e incattiviti (diciamolo: questa faccenda è piaciuta molto a quegli impresentabili, irrilevanti russi) è sorto un sospetto.
Dunque la domanda del venerdì è: McCain sa che la Spagna sta in Europa e non in America Latina o fa il biondo perché vuole scansare la domanda? In questo caso, davvero non c'erano strumenti dialettici geograficamente
più eleganti?

Intervistatore:
Parliamo della Spagna. Se verrà eletto presidente sarà disposto a invitare il presidente José Luis Rodríguez Zapatero a un incontro alla Casa Bianca?
McCain: Sarò disposto a incontrare quei leader che sono nostri amici e che vogliono lavorare con noi in modo collaborativo. E, a tale proposito, il presidente messicano Calderon sta combattendo un'aspra lotta contro i cartelli della droga. Sono felice che ora stiamo cooperando con il governo messicano sul piano Merida, e intendo incentivare queste relazioni e invitarne quanti posso, di quei leader alla Casa Bianca.
Intervistatore: Quell'invito verrebbe esteso al governo Zapatero, al presidente in persona?
McCain: Non... Sa, onestamente devo dare un'occhiata alle relazioni e alle situazioni e alle priorità, ma posso assicurarle che instaurerò legami più stretti con i nostri amici e mi opporrò a coloro che vogliono fare del male agli Stati Uniti d'America. So fare entrambe le cose.
Intervistatore: Dunque deve capire se è disposto a incontrarla, o potrà farlo alla Casa Bianca?
McCain: Ancora una volta, non... tutto quello che posso dirle è che ho chiari trascorsi di collaborazione con i leader dell'emisfero che sono nostri amici e di capacità di oppormi a quelli che non lo sono, e questo si giudica sulla base delle nostre relazioni con l'America Latina e con l'intera regione.
Intervistatore: Va bene, ma per quanto riguarda l'Europa? Parlo del presidente della Spagna.
McCain: Per quanto riguarda me, cosa?
Intervistatore: È disposto a incontrarlo se verrà eletto presidente?
McCain: Sono disposto a incontrare qualsiasi leader devoto agli stessi nostri principi e filosofia sui diritti umani, la democrazia e la libertà, e mi opporrò a quelli che non lo fanno.

Fonte: http://blog.foreignpolicy.com/node/9824

Nessun commento: