lunedì, settembre 15, 2008

VVP e l'f-word

Un giorno Vladimir Vladimirovič™ Putin sedeva nella sala delle riunioni del Governo. Davanti a lui sedevano a capo chino i ministri, i vice premier e i primi vice premier.
Vladimir Vladimirovič™ passò lentamente in rassegna i presenti con il suo premierale sguardo.
- State lì seduti? - disse in tono minaccioso Vladimir Vladimirovič™, - State zitti? Va giù il petrolio, vanno giù gli indici, vanno giù gli aerei e voi ve ne state lì seduti? Zitti?
Vladimir Vladimirovič™ posò ancora una volta lo sguardo sui presenti.
- Allora vi insegno io a lavorare! - strillò a un tratto, battendo i premierali pugni sul tavolo.
I ministri incassarono la testa nelle spalle e continuarono a tacere.
Solo il ministro degli esteri Sergej Viktorovič Lavrov, senza alzare lo sguardo, bofonchiò d'un fiato, rapidissimo:
- Hu a iu tu faching lekcia mi? Hu a iu tu faching lekcia mi? Hu a iu tu faching lekcia mi?
- Coooosa?! - prese a dire molto lentamente Vladimir Vladimirovič™.
- Citavo! - bofonchiò ancora più rapidamente Sergej Viktorovič, arrossendo - Citavo, bratello, citavo! Citavo!
Il viso di Vladimir Vladimirovič™ si imporporò.

Originale: vladimir.vladimirovich.ru

Nessun commento: