martedì, luglio 01, 2008

Anche gli agenti del KGB piangono

Oh, raffica improvvisa di tristezza e nostalgia.

A Mosca ha chiuso il Detskij Mir (Mondo del Bambino), l'univermag che ha rifornito di vestiti, giocattoli, libri eccetera i bambini sovietici e poi russi per tanti anni (50, ché aprì quasi in contemporanea con il lancio dello Sputnik): sarà sottoposto a un prolungato lavoro di ristrutturazione che lo trasformerà completamente per far posto a multisala, ristoranti, negozi, parcheggio sotterraneo e cupola di vetro.

Ecco com'era, in questa bellissima galleria fotografica. Ciao hall, ciao scale, ciao ascensori, ciao ornamenti decorazioni e fregi, ciao archi colonne di marmo consunte piastrelle, ciao giostra a due piani, ciao ingressi dalla metro. Mi sa che non ci vediamo più.
D'accordo, su un ascensore una targhetta indica "prossimo collaudo 12.1988", dunque un'aggiustatina forse ci voleva.
Ma insomma.

Non tutti sanno che: in epoca sovietica "l'hanno portato/a al Detskij Mir" poteva non alludere a un'esperienza ludica. Vista la prossimità dei due edifici (che danno sulla stessa piazza) così veniva infatti soprannominata la - ehr - Lubjanka.
Che vista, da lì.

(Guardate che anche gli agenti del KGB piangono).

Filed in:

Nessun commento: