martedì, maggio 15, 2007

VVP e Surkov

Un giorno Vladimir Vladimirovič™ Putin e il vice capo della sua Amministrazione Vladislav Jur'evič Surkov sedevano sul tetto del palazzo presidenziale a bere birra e a mangiare vobla*.
- Ascolta, bratello, - disse Vladimir Vladimirovič™, osservando un gruppo di turisti cinesi che passeggiava per la Piazza Rossa, - Tu cosa farai, dopo?
- Dopo quando? - Vladislav Jur'evič non capiva.
- Ma sì, quando tutto questo finirà, - rispose Vladimir Vladimirovič™, - Quando smetterò di essere presidente.
- Ma io non smetterò di essere vice capo, - Vladislav Jur'evič si strinse nelle spalle, - I capi se ne vanno, i vice restano. Per me è già il terzo capo, e io... nulla, resterò.
- Non capisci, - disse Vladimir Vladimirovič™, - Che non piaci a nessuno. Come Zurabov**.
- Beh, e allora? - Vladislav Jur'evič fece spallucce, - Zurabov non piace a nessuno, eppure se ne resta lì. Anche se non sa far altro che sgraffignare soldi. Invece io ho il cannone psicotronico. E poi...
Vladislav Jur'evič fece vagare pensosamente lo sguardo oltre la Piazza Rossa, oltre il Museo Storico, oltre lo scheletro di cemento dell'hotel "Moskva", fino alla massa grigia del palazzo della Duma.
- E poi sono l'unico a sapere dove stanno i pulsanti di quelli lì, - disse piano Vladislav Jur'evič.
Vladimir Vladimirovič™ sospirò.

*pesce del Caspio, che salato e affumicato si accompagna tradizionalmente alla birra (pivo i vobla, appunto).
**Michail Jur'evič Zurabov, ministro della sanità e dello sviluppo sociale, molto contestato per una riforma che ha privato i pensionati dei benefici sociali concessi in epoca sovietica, compensandoli con indennizzi ritenuti insoddisfacenti.

Originale: vladimir.vladimirovich.ru


Nessun commento: