martedì, aprile 03, 2007

VVP e il rinnovo automatico

"Un giorno Vladimir Vladimirovič™ Putin sedeva nel suo studio all'interno del Cremlino e seguiva sul presidenziale televisore il discorso del Presidente del Consiglio della Federazione, l'androide Sergej Michajlovič Mironov.
- Quattro anni sono molto pochi, - diceva l'androide, - Bisogna aumentare il periodo di permanenza in carica del presidente a cinque, forse anche sette anni.
- Cosa? - Vladimir Vladimirovič™ sollevò stupito le presidenziali sopracciglia.
- Inoltre, considero sbagliata la disposizione della costituzione che impedisce alla stessa persona di ricoprire l'incarico per più di due termini consecutivi, - disse il presidente, - Io propongo tre termini.
- Tu cosa?! - esclamò Vladimir Vladimirovič™, che schiacciò immediatamente il pulsante per chiamare il vice-capo della sua amministrazione, Vladislav Jur'evič Surkov.
- Ascolta, bratello, - esclamò Vladimir Vladimirovič™, - Cosa sono queste fesserie?
- In che senso? - Vladislav Jur'evič non capiva.
- 'Sta cosa dei cinque anni, sette anni, - si accalorò Vladimir Vladimirovič™, - Cosa avevamo detto? Cosa avevamo detto del terzo mandato?
- C'è questa idea... - esordì Vladislav Jur'evič.
- Ma quale idea, ancora! - Vladimir Vladimirovič™ si alzò dalla presidenziale poltrona e si mise a camminare su e giù per lo studio, - Non si può mica sempre continuare a rinfacciarmi le mie idee! Sette anni sono sette anni! E tre mandati sono tre mandati! E cosa facciamo quando i tre mandati finiscono? Cambiamo di nuovo per farne un quarto? E poi un quinto? Ridicolo!
- C'è questa idea... - ripeté pazientemente Vladislav Jur'evič, - Rebilling automatico, si chiama. Mettiamo che ti compri qualcosa su internet, beh, diciamo... uh... mettiamo che ti compri un quadretto. Allora dai i dati della tua carta di credito, così loro possono prelevare una somma ogni mese, e tu neanche te ne accorgi.
- È come l'accordo del gas con l'Ucraina, sì? - domandò Vladimir Vladimirovič™, - Con il rinnovo automatico?
- Ecco, ecco, - confermò Vladislav Jur'evič, - Rinnovo automatico. Così facciamo anche noi. Finisce un mandato - parte automaticamente quello successivo. Io penso che vada bene.
- Beh, sì... - borbottò Vladimir Vladimirovič™ - Non c'è male, va'...
E Vladimir Vladimirovič™ chiuse il collegamento".

Da vladimir.vladimirovich.ru

Nessun commento: