martedì, settembre 20, 2005

Negoziati

Sai di vivere in un paese occupato "quando non puoi arrestare persone che sparano ai tuoi poliziotti e non puoi tenerle in carcere. Un esercito straniero demolisce i muri della tua prigione, porta via i suoi connazionali e consente la fuga di 150 detenuti".
[...]
"Oh, di certo qualcuno dirà che il sistema giudiziario iracheno è ingiusto, poco credibile, e che non gli si può affidare delle persone, ecc. Tutto questo può anche essere vero, e io non sono il genere di persona che pensa che un arresto sia un fatto indiscutibile. Ma questo non spiega la situazione dei soldati britannici: dopo tutto non erano stati rapiti in Gran Bretagna mentre badavano ai loro affari. Erano in Iraq, armati, "sotto copertura", e sparavano ai civili per la strada.
Secondo le autorità irachene questi uomini avevano aperto il fuoco contro ufficiali di polizia iracheni a un posto di blocco, e questo mi sembra molto verosimile. Dopo tutto, quale iracheno ha il diritto di chiedere all'Uomo occidentale di fermarsi a un posto di blocco? Nessuno, ovviamente, e se qualcuno osa farlo bisogna reagire sparando.
Naturalmente questi uomini erano anche sotto copertura, vestiti da arabi. Ma, anche così, gli iracheni avrebbero dovuto rendersi conto che questi erano Soldati Occidentali "con compiti speciali di sicurezza" e tenersene ben lontani. Possibile che non abbiano un po' di giudizio, questi indigeni?"
Under the Same Sun

Il portavoce del Ministro della Difesa inglese ha detto: "Non abbiamo avuto conferma dei dettagli. Non abbiamo appreso nulla che suggerisca che abbiamo assaltato la prigione. Sappiamo che ci sono stati negoziati."
E infatti. Non c'è niente di male a negoziare con i carri armati.
Nuova versione: "Due soldati britannici sono stati fermati e portati a un commissariato di polizia iracheno. Abbiamo cominciato a negoziare con le autorità irachene per ottenere la loro liberazione. Pensiamo che le autorità abbiano ordinato la loro liberazione, ma purtroppo non sono stati liberati e ci siamo preoccupati per la loro sicurezza e quindi un blindato di fanteria Warrier ha sfondato il muro di cinta in quel posto".
(
a proposito: le mie traduzioni sono stranine, ma quelle di Repubblica di più)

Tutta colpa dell'Iran, comunque.

Aggiornamento con foto: "Minor damage was caused to the prison compound wall and to the house in which our two soldiers were held."
Brigadiere John Lorimer, Comandante della 12ma Brigata Meccanizzata.

Nessun commento: