mercoledì, agosto 17, 2005

A clean place

Lenin's Tomb segnala questo interessante pezzo di ITV News sull'uccisione di Jean Charles De Menezes, che la mattina del 22 luglio fu scambiato per Hussain Osman - "sospetto terrorista" - e ucciso con dieci colpi alla testa e alla parte superiore del corpo. I documenti e le fotografie resi pubblici da ITV News dimostrano che Jean Charles non portava alcuna borsa, indossava un giubbino di jeans e non un cappotto pesante. Si comportò normalmente, non scavalcò i girevoli d'accesso della metropolitana, e si fermò perfino a prendere un giornale gratuito. Cominciò a correre solo quando si accorse che il treno stava partendo.
Un documento descrive la scena ripresa dalle telecamere di sorveglianza: il signor De Menezes entrò nella stazione di Stockwell a "un'andatura normale" e scese lentamente le scale mobili. Dice il documento: "A un certo punto, ai piedi delle scale mobili lo si vede correre verso il vagone della metropolitana, entrare e accingersi a sedersi in un posto libero". Quasi simultaneamente, i poliziotti armati ricevono la notizia dell'identificazione "sicura" di De Menezes. Il rapporto cita la dichiarazione di un uomo della sorveglianza: "Sentii delle grida, compresa la parola 'polizia', e mi voltai verso l'uomo in giubbino di jeans. L'uomo si alzò subito e avanzò verso di me e i poliziotti del CO19. Lo afferrai cingedogli il torace con entrambe le braccia e bloccandogli i movimenti. Poi lo costrinsi a sedersi nuovamente al suo posto. In quel momento sentii uno sparo vicinissimo al mio orecchio sinistro e fui trascinato a terra."
Il rapporto dice anche che l'autopsia ha rivelato che il signor De Menezes fu colpito sette volte alla testa e una alla spalla. Altri tre colpi mancarono il bersaglio (i bossoli sono stati trovati nel vagone della metropolitana).
Avevano detto che indossava un cappotto pesante, che correva, che aveva scavalcato i girevoli d'accesso della metropolitana, che era stato identificato con certezza, che non si era fermato all'alt. Avevano detto che le telecamere di sorveglianza quel giorno non funzionavano. Che aveva dei lineamenti asiatici, no? Anzi, "Mongolian eyes".

Tempo prima De Menezes aveva rassicurato sua madre, preoccupata per lui: "È un posto tranquillo, la gente è educata. In Inghilterra non c'è violenza. Nessuno va in giro armato, neanche la polizia".

Non bisogna dimenticare questa storia.

Nessun commento: