lunedì, gennaio 24, 2005

Operazione "I Dont' Like Mondays"/post in aggiornamento

Nedved starà fermo venti giorni.
Di Canio è stato deferito per il saluto romano.
Maier ha vinto il SuperG.
A Buttiglione non piace moltissimo la costituzione europea.
Lunardi aveva dei dubbi sulla patente a punti, pure lui.
Formigoni ha fatto pace con la Lega.
Sirchia ha annunciato la lotta all'alcol.
I pendolari Torino-Milano hanno fatto lo sciopero del biglietto.
In Trentino ci sono stati -23 gradi.
Il Papa ha detto che i mass-media incitano alla violenza. Talvolta.
L'attore Christian Slater è stato assalito da un maniaco.
Zoff allenerà la Fiorentina.
È morta la segretaria che cancellò il nastro di Nixon.
Un uomo è stato investito da due auto, ed è morto.
Un altro è stato investito da un blocco di granito, ed è morto.
A New York c'era cattivo tempo, e l'aereo di Pera ha fatto due ore di ritardo.
L'attore Christian Slater si separa dalla moglie.
Bertinotti ha detto che comunque le primarie non le ha inventate lui, ma ci è stato trascinato.
A Trieste è arrivata la bora.
È nata la pellicola salva-mozzarella.
Al Bano ha preso a schiaffi un cronista della Rai.
Il Cardinale Sodano ha detto che Dio ama gli uomini come un padre, nonostante i maremoti.
È morto Agostino Lombardo.

Are you hungry? di Dami
Il mio è andato così: alunni tutti presenti e riscaldamento al massimo a scuola, quindi nessuna speranza di evasione per oggi. Un alunno ha gettato una fialetta maleodorante (modello guerra batteriologica) in classe, creando il caos più totale (e non è che in genere in aula vi sia profumo di rose...). Resto della lezione passato in altra aula di fortuna, gelida, tentando invano di mettere voto positivo ad alunni che alla domanda "are you hungry?" rispondono "I live in Monfalcone".

Califano Day
di Antonello
"Il 24 gennaio da giorno più sfortunato dell'anno, dovrebbero
ridenominarlo il 'Franco Califano Day' perché... TUTTO IL RESTO È NOOOIAA!! Non mi è successo assolutamente niente; un giorno più noioso di questo non l'avevo mai visto".

Ghiri di Limpido
In effetti non si comprende (il senso) il proliferare di 'sti giorni (o notti) istituzionali: "La
notte del diavolo" (beh, almeno fa paura; non conosco nessuno che la
celebri, però); "Il giorno della civetta", ecc. Io sono e sarò sempre per "La settimana dei ghiri".
(E conclude con un consiglio: "Sii avara di citazioni. Diceva giustamente Emerson [E.L. & P.]:
'Odio le citazioni. Dimmi solo quello che sai tu.'").

Abbastanza bene di Michele
È andata abbastanza bene. La piccola non ha pianto molto come giorni prima, mia madre ha fatto prima la faccia normale e poi quella anormale, mia moglie aveva voglia.

Non vorrei ma se vuoi di ReginaDor
...ehm, non vorrei fare quella controcorrente ma il mio Lunedì è stato tranquillissimo..ma se vuoi posso dirti che è stato pessimo...perché, perché...pioveva!!

Abstract di Lusky
Abstract dell'abstract: ieri niente di particolare, ad eccezione di carote alla panna bruciacchiate. Troppo poco per definire la giornata deprimente, direi. Delusione.

Bellissimo di f
Ho passato un lunedì bellissimo.
Non ho letto neanche un giornale ho ascoltato musica tutto il giorno, sono uscito e ho fatto il bucato....
Televisione spenta.

In effetti di Anna
Ho:
non scritto la tesi maledetta.
mangiato dei carciofi buonissimi.
fatto un regalo di natale.
fatto delle prove dignitose.
giocato a calcio.
in effetti, l'unica cosa negativa è stata l'assenza di neve.

Regolette di O.
Ordine di servizio.
Cari colleghi, al fine di non urtare la suscettibilità dei nostri lettori, vi prego nello scrivere i pezzi e soprattutto nella titolazione, di attenervi a questa semplice regoletta:
una persone è giovane quando ha al massimo 30 anni
una persona è anziana quando ha almeno 70 anni
Vi ricordo inoltre che nella titolazione è sempre opportuno citare accanto all'età del soggetto anche la professione.
Esempio scorretto: "Scontro, muore un uomo di 40 anni"
Esempio corretto: "Scontro, muore professore di 40 anni"
Grazie dell'attenzione.

Indenni di Babsi
Magnesio, per cominciare. Molto. Capogiro. Peli di gatto (costanti, media stagionale mantenuta). Amici febbricitanti. Ansia, altra ansia, Lexotan, meno ansia. Pranzo: panino con prosciutto. Letto: Handke, pezzi & bocconi. Panico (3 minuti scarsi). Adsl off per 2 ore (causa ignota, prolasso vaticano o blackout in Arkansas?) Operatore Telecom: "Non saprei, provi a cliccare sul sito". "Non ho la linea". "Ah davvero?" (No, scherzavo, me la sono segata da sola per masochismo). Pittore pessimo mi dice: "Ah guardi queste cose a me fan cadere le braccia". In preda a un attacco di schiettezza rispondo: "Magari le cadessero, mi creda, ci risparmierebbe queste croste". Ma forse è già martedì 25. Indenni. Quache ferito in Iraq, qualche morto, robetta.

Calcolo errato di Daniele
Il 24 è passato tranquillo, grazie.
Nessuna nuova di rilievo, tranne un fastidioso senso come di "incombenza" che derivava dalle nefaste previsioni.
Probabilmente per colpa di un calcolo errato, la sfiga si è portata al 25.
Giornata lavorativa da definire schifida: i colleghi, quando hanno le loro cose, sono stanchi, quando le hai tu sei un rompiballe (Comunista o cazzone proletario) se ti va bene. Se va male, come ieri, ci aggiungono lo scarica-barile-delle responsabilità, che tu, da buon cretino, subisci.
Vento freddo, almeno quanto il clima tra moglie e suocera ed un orribile acidità di stomaco (Maalox mio fatti capanna!).
Tutto qui, ma non mi fido: si sa che certe cose non si esauriscono.
Ah, in più non sono riuscito a scrivere le mail che devo e probabilmente qualcuno ha virato la formula in qualcosa di più pratico,con spilloni e bamboline.

Leggendo Christa Wolf di Stefano
Sveglia presto: devo correggere la traduzione, ormai finita. Mi chiama A.D., l'amico che continua a cercare lavoro come si cerca il Sacro Graal. È un monumento in carne e ossa alla flessibilità. È a Milano, passa a trovarmi. A mezzogiorno, come quasi sempre, viene a casa M.S. per pranzo, così spezzo la giornata. Nel pomeriggio continuo a correggere come un forsennato, intervallando con qualche puntata su Internet. Leggo un'email dell'editor di ******* [non indico la casa editrice per riservatezza]. Le dico di telefonarmi. Non avendola sotto mano, non posso strangolarla. I soliti casini. Excerpt: "Be', potevi già incominciare a tradurlo quel libro, no?". Io: "E come faccio, se ve lo siete ripreso voi?" "Ah sì" - e amenità surreali assortite. "Potreste dividerlo tra due traduttori" ribatto. "Eh, ma dove lo troviamo un traduttore dall'olandese così in fretta?". 'Mbè? Allora devo immolarmi io?
Lettura di Christa Wolf. Torna M.S. a casa. Rapida cena (hamburger di seitan, pasta integrale con aglio e olio). Esco verso le 20 e vado, a piedi, all'Alcatraz. Concerto di Battiato (ne ho già parlato). Torno verso le 23.45. Scrivo una recensione.
Lettura di Christa Wolf. Vado a letto: è già il 25.

Dell'Operazione "I Don't Like Mondays" si è parlato qui. Stiamo cercando di dargli credibilità almeno come the least eventful (o most eventless) day of the year: non sono successe abbastanza cose da renderlo triste o deprimente. Aiutateci. Tengo il post in aggiornamento.

Nessun commento: