sabato, gennaio 15, 2005

Agenzia Walrus/Love bomb

Il New Scientist oggi pubblica un'esilarante descrizione di alcune armi chimiche non letali proposte al Pentagono dall'US Air Force Wright Laboratory di Dayton, Ohio, per minare il morale e il senso della disciplina del nemico: sostanze in grado di attrarre i topi o sciami di api inferocite, oppure di causare una seria e duratura alitosi (permettendo così di distinguere tra guerriglieri e civili). Ma la migliore è questa: una sostanza afrodisiaca in grado di provocare un'attrazione sessuale irresistibile tra commilitoni, diffondendo comportamenti omosessuali definiti come un "effetto spiacevole, ma decisamente non letale" sul morale del nemico.
Si chiamava Sunshine Project, era il 1994. Il materiale è pubblico, se la resistenza irachena vuole pensarci su.

Nessun commento: